Tecna

TECNA Srl

Strada Guidorossi 1/A
43126 Parma
tel. 0521.030551 - fax 0521.030543

News

ThinkstockPhotos-185999432 (1)Inail ha pubblicato le modalità per l’assegnazione di incentivi alle imprese per l’anno 2016 riguardanti progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, noti come bando Isi Inail 2016.

Sono ammessi a contributo interventi riguardanti:

– progetti d’investimento;

– progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi;

– progetti di bonifica da materiali contenenti amianto;

– progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori d’attività.

Le modalità di partecipazione al bando sono analoghe a quelle del bando 2015:

– dal 19/04/2017 al fino alle ore 18 del 05/06/2017 sarà possibile inserire on-line i progetti, per verificare il raggiungimento del punteggio-soglia (rimasto invariato a 120 punti);

– dal 12/06/2017 le imprese che avranno raggiunto tale punteggio potranno scaricare il codice identificativo da utilizzare in occasione del click-day, mantenuto contrariamente a quanto indicato nelle linee d’indirizzo (link “vedi anche”);

– dal 12/06/2017 saranno comunicate le date dei click-day, che potranno essere diverse a livello regionale.

Sul sito INAIL sono presenti i singoli bandi regionali, a cui occorre riferirsi per l’implementazione dei progetti interessati.

Riferimenti normativi: art.11 D.Lgs.81/2008; comunicato INAIL pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.299 del 23/12/2016; sito http://www.inail.it/

Rimaniamo a disposizione per maggiori chiarimenti.

 

 

 

 

Possibilità richiestThinkstockPhotos-153765103%20(1)-ac2ad144a contributo a fondo perduto dal 10% al 20% delle spese sostenute da imprese artigiane aderenti all’EBER. 

L’EBER gestisce, all’interno delle proprie attività istituzionali statutariamente previste, il Fondo Sostegno al Reddito e allo Sviluppo (FSRS) destinatario delle quote annuali versate dalle imprese aderenti. I destinatari che hanno diritto alle prestazioni sono le imprese e le loro maestranze che aderiscono all’EBER e sono in regola con i versamenti previsti.

In questa sede analizzeremo solo le prestazioni per le imprese.
Sono previsti interventi a favore delle imprese artigiane che hanno aderito all’EBER (Ente Bilaterale Emilia Romagna) che effettuano:

  • investimenti all’interno dell’impresa (inerenti al miglioramento dell’ambiente lavorativo in materia di ambiente e sicurezza, all’acquisto di nuovi macchinari, impianti o specifiche attrezzature, all’allestimento di automezzi, ristrutturazione o al rinnovo dei locali, misure di contenimento energetico, all’acquisto di programmi e applicativi dedicati alla produzione);
  • implementazione di certificazione di qualità, alle procedure relative all’apposizione del marchio CE e alla rispondenza del prodotto alla direttiva macchine 89/392/CEE e al deposito di brevetti;
  • interventi formativi;
  • ricostruzione e/o ripristino delle strutture aziendali danneggiate da eventi di forza maggiore (eventi atmosferici eccezionali, calamità naturali, incendio).

Le Commissioni Tecniche, dopo aver deliberato sulla accettabilità della domanda, e in possesso della documentazione relativa, provvederanno all’erogazione del contributo.
Le richieste di intervento sono ammesse solo per via telematica attraverso il portale EBER – ABACO.

Le richieste relative agli interventi di cui sopra, vanno presentate per via telematica entro 90 giorni dalla emissione delle fatture di pertinenza salvo alcuni casi. Il rimborso/contributo non può superare il massimale di € 3.000 percepibili nel triennio salvo alcuni casi in cui il contributo può arrivare a € 5.000.

Scopri le nuove edizioni dei corsi sulla sicurezza, potrai iscriverti online al corso di tuo interesse o inviando la scheda di iscrizione compilata al fax 0521030543 o alla mail a.brusco@tecnaparma.it

Ricordiamo importante scadenza!
Per i lavoratori con formazione generale e specifica riconosciuta, successiva al 11.1.2007 e precedente al 11.1.2012, dovrà essere completato l’aggiornamento entro il 11.1.2017 ( ai sensi degli Accordi Stato Regioni del 21.12.2011).

Per i Datori di Lavoro con incarico RSPP con formazione precedente al 11.1.2012, dovrà essere completato l’aggiornamento entro il 11.1.2017( ai sensi degli Accordi Stato Regioni del 21.12.2011).

Check-up formazione
Per fare chiarezza sulle prossime scadenze dei corsi, compila la scheda check-up e inviacela, riceverai un preventivo gratuito. Ti affiancheremo per essere tempestivi sugli aggiornamenti e sui corsi completi. Potrai partecipare alle nostre aule oppure programmare il corso presso la tua sede.
Scarica il modulo.

 

Oltre ai corsi in calendario per le figure specifiche previste dal D.Lgs. 81/08,  Tecna srl organizza in collaborazione con il Datore di Lavoro, percorsi formativi personalizzati presso le Aziende per:

  • Dirigenti e Preposti
  • Sicurezza per lavoratori
  • Addetti alle Squadre Antincendio
  • Addetti alle Squadre di Primo Soccorso
  • Igiene alimentare
  • Controllo dell’intero ciclo d’analisi e riduzione del rischio legionellosi
  • Privacy
  • Sistri
  • Gestione ambientale
  • Rischi specifici aziendali (lavoro in spazi confinati, lavori in altezza,utilizzo DPI III cat.)
  • Operatori utilizzo attrezzature da lavoro: carrelli elevatori semoventi,piattaforme aeree, macchine movimento terra, gru su autocarro, trattori)
  • Addetti utilizzo carroponte
  • Qualifica PES –PAV – PEI
  • Attività lavorativa in presenza di traffico veicolare
  • Corsi di aggiornamento

Per maggiori informazioni:  tel. 0521030551 oppure info@tecnaparma.it

 

Multi-Ethnic Group Working Together

Scopri le nuove edizioni dei corsi sulla sicurezza, potrai iscriverti online al corso di tuo interesse o inviando la scheda di iscrizione compilata al fax 0521030543 o alla mail a.brusco@tecnaparma.it

 

Ti ricordiamo:
Per i lavoratori con formazione generale e specifica riconosciuta, successiva al 11.1.2007 e precedente al 11.1.2012, dovrà essere completato l’aggiornamento entro il 11.1.2017 ( ai sensi degli Accordi Stato Regioni del 21.12.2011).

 

Oltre ai corsi in calendario per le figure specifiche previste dal D.Lgs. 81/08,  Tecna srl organizza in collaborazione con il Datore di Lavoro, percorsi formativi personalizzati presso le Aziende per:

  • Dirigenti e Preposti
  • Sicurezza per lavoratori
  • Addetti alle Squadre Antincendio
  • Addetti alle Squadre di Primo Soccorso
  • Igiene alimentare
  • Controllo dell’intero ciclo d’analisi e riduzione del rischio legionellosi
  • Privacy
  • Sistri
  • Gestione ambientale
  • Rischi specifici aziendali (lavoro in spazi confinati, lavori in altezza,utilizzo DPI III cat.)
  • Operatori utilizzo attrezzature da lavoro: carrelli elevatori semoventi,piattaforme aeree, macchine movimento terra, gru su autocarro, trattori)
  • Addetti utilizzo carroponte
  • Qualifica PES –PAV – PEI
  • Attività lavorativa in presenza di traffico veicolare
  • Corsi di aggiornamento

Per maggiori informazioni:  tel. 0521030551 oppure info@tecnaparma.it

isi inailInail ha pubblicato le modalità per l’assegnazione di incentivi alle imprese per l’anno 2015 riguardanti progetti per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, noti come bando Isi Inail 2015. Sono ammessi a contributo interventi riguardanti:

  • progetti d’investimento;
  • progetti di responsabilità sociale e per l’adozione di modelli organizzativi;
  • progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Le modalità di partecipazione al bando sono analoghe a quelle del bando 2014:

– dal 01/03/2016 al fino alle ore 18 del 05/05/2016 sarà possibile inserire on-line i progetti, per verificare il raggiungimento del punteggio-soglia (rimasto invariato a 120 punti);

– dal 12/05/2016 le imprese che avranno raggiunto tale punteggio potranno scaricare il codice identificativo da utilizzare in occasione del click-day;

– dal 19/05/2016 saranno comunicate le date dei click-day, che potranno essere diverse a livello regionale.

Sul sito INAIL sono presenti i singoli bandi regionali, a cui occorre riferirsi per l’implementazione dei progetti interessati.

Riferimenti normativi: art.11 D.Lgs.81/2008; sito www.inail.it

 

 

Pubblicato da INAIL il nuovo modello OT/24 per le istanze di riduzione (sconto per prevenzione)ThinkstockPhotos-185999432 (1)
del premio INAIL che verranno inoltrate nel 2016 in relazione agli interventi migliorativi adottati dalle aziende nel 2015.

Tecna è a disposizione delle aziende per affiancarle nella corretta compilazione della domanda e nella programmazione degli interventi aziendali in materia di sicurezza in merito alle voci presenti nel modello.

Che cos’è lo sconto per prevenzione? L’Inail premia con uno “sconto” denominato “oscillazione per prevenzione” (OT/24), le aziende, operative da almeno un biennio, che eseguono interventi per il miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (decreto legislativo 81/2008 e successive modifiche e integrazioni).

A cosa serve. L'”oscillazione per prevenzione” riduce il tasso di premio applicabile all’azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all’Inail. In base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, che ha sostituito l’articolo 24 decreto ministeriale 12 dicembre 2000, la riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del periodo, come segue:
lavoratori-anno         riduzione
fino a 10                              28%
da 11 a 50                           18%
da 51 a 200                        10%
oltre 200                             5%

Chi può beneficiarne? Su domanda, tutte le aziende in possesso dei requisiti per il rilascio della regolarità contributiva ed assicurativa ed in regola con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro (pre-requisiti). In aggiunta, è necessario che l’azienda abbia effettuato, nell’anno precedente a quello in cui chiede la riduzione, interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro.

Come ottenere la riduzione? La domanda deve essere inoltrata esclusivamente in modalità telematica attraverso la sezione Servizi online presente sul sito www.inail.it entro il 28 febbraio (29 febbraio in caso di anno-bisestile) dell’anno per il quale la riduzione è richiesta. Il facsimile del modello di domanda, che deve essere compilata solo online, è disponibile nella sezione Modulistica insieme alle relative Istruzioni per la compilazione.

Valutazione e decisione. L’Inail, entro i 120 giorni successivi al ricevimento della domanda, comunica all’azienda il provvedimento adottato adeguatamente motivato. E’ stato predisposto un elenco contenente la documentazione che l’Istituto ritiene utile a dimostrare l’effettuazione degli interventi di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro riportati nel modello OT24 .Tale documentazione viene di norma richiesta, in fase di verifica, alle aziende che presentano l’istanza di riduzione.

Applicazione della riduzione. La riduzione riconosciuta dall’Inail opera solo per l’anno nel quale è stata presentata la domanda ed è applicata dall’azienda stessa, in sede di regolazione del premio assicurativo dovuto per lo stesso anno.

Requisiti. Per quanto riguarda la regolarità in materia di prevenzione infortuni ed igiene del lavoro, il requisito s’intende realizzato qualora siano osservate tutte le disposizioni obbligatorie con riferimento alla situazione presente alla data del 31 dicembre dell’anno precedente quello cui si riferisce la domanda. L’oscillazione per prevenzione (art. 24 M.A.T.), inoltre, rientra tra i “benefici normativi e contributivi” previsti dal decreto ministeriale 24 ottobre 2007. Pertanto, per fruire della riduzione, è necessario che, al momento della concessione del beneficio, i datori di lavoro siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • applicazione integrale della parte economica e normativa degli accordi e dei contratti collettivi nazionali e regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, nonché degli altri obblighi di legge
  • inesistenza, a carico del datore di lavoro o del dirigente responsabile, di provvedimenti, amministrativi o giurisdizionali, definitivi in ordine alla commissione delle violazioni, in materia di tutela delle condizioni di lavoro, di cui all’allegato A del decreto ministeriale del 24 ottobre 2007 o il decorso del periodo indicato dallo stesso allegato per ciascun illecito (cd. “cause ostative”)
  • il possesso della regolarità contributiva nei confronti di Inail e Inps e, per il settore edile, anche delle Casse Edili.

Modulo domanda

Fonte: INAIL

ambienteLa Regione Emilia Romagna ha approvato un bando che prevede la concessione di contributi a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento dell’amianto nelle aziende.

In sintesi i punti salienti del bando:

  • Soggetti ammessi: sia le grandi imprese ( contributo del 35%) che le PMI (contributo del 50%);
  • Importo minimo del costo dell’intervento: € 50.000,00;
  • Importo massimo del contributo: € 200.000,00;
  • Avvio del bando: prenotazione on line della domanda dal 23 al 25 settembre (dalle 9 alle18);
  • Modalità di presentazione della domanda: mediante piattaforma web on line della Regione con prenotazione tipo click day e successiva verifica dei requisiti di ammissibilità e graduatoria finale. In caso di mancato possesso dei requisiti di ammissibilità sarà inserita in graduatoria l’impresa registrata subito dopo;

Le spese ammissibili a contributo sono esclusivamente quelle connesse alle attività  rimozione e smaltimento. Non sono ammesse oneri relativi alla ricostruzione dei manufatti e quindi non devono essere riportati tra i costi previsti per l’intervento. Sono ammesse spese di consulenza, progettazione degli interventi anche con personale interno (nella misura del 10% delle spese connesse alla rimozione e smaltimento).

Di fatto, si tratta di una conferma dei bandi già usciti negli anni precedenti con alcune positive novità, espressamente richieste da CNA, che alleggeriscono i costi burocratici alle imprese che dovranno presentare costosi elaborati tecnici solo al momento dell’accoglimento della domanda.

Scarica i documenti

click dayDalle ore 16 alle 16,30 il terzo step della procedura per l’assegnazione dei 267 milioni di euro messi a disposizione dall’Inail a favore del sistema produttivo italiano. Le aziende potranno inviare, attraverso il portale dell’Istituto, la richiesta di ammissione al contributo utilizzando il proprio codice identificativo

 

È prevista per giovedì 25 giugno la terza fase della procedura per l’assegnazione dei 267 milioni di euro di incentivi a fondo perduto che l’Inail ha messo a disposizione del sistema produttivo italiano con il bando Isi 2014. Dalle ore 16 alle 16,30 le imprese potranno, infatti, inviare attraverso lo sportello informatico sul portale dell’Istituto la domanda di ammissione al contributo, utilizzando il codice identificativo che è stato loro attribuito a seguito dell’inserimento online del proprio progetto. Le regole tecniche per l’inoltro delle domande online saranno pubblicate entro il 18 giugno.

 

Lo stanziamento è ripartito in budget regionali. L’incentivo Isi – ripartito in budget regionali che tengono conto del numero dei lavoratori e dell’indice di gravità degli infortuni rilevato sul territorio. Gli elenchi in ordine cronologico di tutte le domande inoltrate saranno pubblicati sul portale Inail, con l’indicazione di quelle collocate in posizione utile per accedere al contributo.

 

 

Fonte: Inail

La Camera di Commercio di Parma ha deliberato la riapertura di due bandi per la concessione di finanziamenti a fondo perduto per le aziende del territorio.contributo
Il primo bando riguarda investimenti in aziende in merito alla sicurezza e alla prevenzione sul lavoro, il secondo la partecipazione a eventi espositivi.

Sicurezza lavoro

Previsti finanziamenti fino all’importo massimo di 1.500 euro per ogni intervento, importo del quale la Camera di commercio finanzierà il 20%.
Ogni impresa, può ottenere l’agevolazione “nell’arco di due anni consecutivi, per una cifra massima di 6.000,00 euro; nell’arco della vita dell’impresa, per una cifra massima complessiva di 10.000,00 euro”.

Questi gli interventi ammissibili:

  1. “acquisto di attrezzature e/o macchinari in sostituzione di precedenti non a norma (Titolo III  D.Lgs n. 81/2008); D.Lgs n. 81/2008);D.Lgs n. 81/2008);
  2. adeguamento di macchinari esistenti in azienda non più rispondenti alle disposizioni comunitarie in materia di sicurezza (Titolo III – D.Lgs n. 81/2008);
  3. acquisto dispositivi di protezione individuale (Titolo III – D.Lgs n. 81/2008);
  4. messa a norma dell’impianto elettrico;
  5. attività di consulenza e supporto per la effettuazione della valutazione dei rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori e prima stesura ed elaborazione del relativo documento contenente le misure di prevenzione/protezione e il programma di attuazione delle stesse (Titolo I – D.Lgs n. 81/2008);
  6. valutazione da agenti fisici (Titolo VIII – D.Lgs n. 81/2008);
  7. valutazione dell’esposizione a sostanze pericolose (Titolo IX – D.Lgs n.81/2008) e valutazione all’esposizione ad amianto e adozione di idonee misure preventive (D.Lgs n . 257/2006);
  8. consulenza e assistenza finalizzata all’ottenimento dell’autorizzazione prevista dal D.Lgs n. 152/2006 sulle emissioni in atmosfera degli agenti inquinanti;
  9. interventi, inclusi la consulenza e l’assistenza, necessari al rilascio del titolo autorizzativo ai fini della prevenzione incendi e finalizzati alla valutazione obbligatoria del rischio incendi nei luoghi di lavoro e alla redazione del Piano di Gestione delle Emergenze (DM 10/03/1998);
  10. adeguamento dei luoghi di lavoro (Allegato IV – D.Lgs n. 81/2008);
  11. realizzazione dei programmi di formazione generale obbligatoria in materia di sicurezza dei lavoratori, dirigenti e preposti, previsti dall’art. 37, commi 1, 2, 3, 4, 6, 7 e 9 del D.Lgs n. 81/2008 e dall’accordo del 21/12/2011 pubblicato sulla G.U. n. 8 del 26/01/2012 tra il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la formazione dei lavoratori; non sono finanziabili i Corsi di Formazione per RSPP e RLS;
  12. altri interventi specifici, debitamente documentati, ai sensi degli altri titoli del D.Lgs n. 81/2008, da valutare caso per caso.
    La scadenza per la presentazione delle domande è stata fissata al 30 settembre 2015.

Fiere

Per quanto riguarda l’impegno delle aziende in fiere e mostre i contributi saranno pari a:

  • 20% per gli eventi in Italia e fino a un massimo di 600 euro;
  • 40% per gli eventi europei o extraeuropei con importi che potranno arrivare rispettivamente a 1.300 euro nel primo caso e 2.500 euro nel secondo. 
  • Tecna srl si propone per dare assistenza e consulenza alle aziende interessate.
  • In questo caso la scadenza è fissata al 31 luglio 2015.

Tecna srl si propone per dare assistenza e consulenza alle aziende interessate